29 luglio 2011

Affrancare

Affrancare:
mi è venuto in mente questo verbo quando ho pensato a tutti i fili da affrancare (che nella mia testa  è dialetto romagnolo italianizzato lo usava sempre la nonna Dora quando c'erano i fili da fermare altrimenti dette pulizie)

... sta aspettando già da qualche giorno di venire liberato dalla schiavitù del filo penzoloni...
aspetterà ancora??
quanto???
ai posteri l'ardua sentenza

rayures

7 commenti:

  1. sì, un lavoro veramente noioso.
    anche il mio gilet è lì che aspetta....
    ciaooo
    ;)

    RispondiElimina
  2. ecco ora l'hai svelato il vero NEO del lavoro a maglia è proprio nascondere i fili!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. 2 b......e che non ti dicoooooo!!
    Ogni volta mi prende uno sconforto, che solo il risultato finale mi fa dimenticare!!!!!!!
    Vabbè, comunque bisogna farlo ehhh.
    Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  4. Non lavoro a maglia o all'uncinetto da molto tempo ..da giorni mi interesso e mi diverto a vedere i vs lavori ed ho deciso a settembre riprendo a far qualcosa
    ciao felice estate

    RispondiElimina
  5. Gra: insopportabile di solito le nascondo durante il lavoro ma con questo filato non si riesce uffiiii
    Fra: esatto per le cuciture si rimedia con il circolare ma i fili?!!?
    Cinziacrea: veramente due BBBBB prendo coraggio e ago adeguato
    Stefania: ottimo!! allora a settembre ti aspetto al knit-cafè quando ricominciamo ti mando l'invito!

    RispondiElimina
  6. dai uno fuori dalle p...e, via veloce veloce...il più è prendere l'ago in mano...

    RispondiElimina

Grazie per passaggio ed il commento!!
ora mi trovate qui Http://Ameliabefana.wordpress.com