2 luglio 2008

Scialle.

Giusto per chi mi ha chiesto se sono rintanata al fresco (non ho condizionatore solo ventilatore vulgaris aime') e per chi ha voglia di scialle per le (forse) sere fresche d'estate o le prossime giornate d'autunno ho messo in progetto, non so per quale anno, questo scialle in mohair, ho giusto l'avanzo della stola viola...La bloggosfera segue la moda, o meglio su certe cose fa onda: da qualche parte qualcuno segnala, altrove qualcuno prova, dall'altra parte qualcuno fa ed ecco partire una nuova onda.Questo scialle è un pò che gira qualche giorno fa FacileCécile ha mostrato la sua versione, da lì una vera galleria di declinazioni:
da Tricotin le spiegazioni, e da Itty-bitty blog c'è un bellissimo scialle e altre spiegazioni. Ho tentato qualcuna??Se non vi basta qui c'è un pò di materiale tutto sui triangoli di lana qui c'è di tutto e di più non ho nemmeno provato ad addentrarmi per questa selva oscura..Sempre girellando ho "scoperto" gli scialli danesi, a parte che sono meravigliosi per i colori, hanno una simpatica forma a cuore e sono fatti apposta per essere legati .E per ultimo uno scialle d'allattamento spiegazioni in inglese e francese.

6 commenti:

  1. è vero che da qualche tempo vediamo tanti tanti scialli sui blog !

    RispondiElimina
  2. Amo gli scialli,quando ero una giovane pulsella andavano molto di moda e ne feci alcuni che le mie sorelle si....sono puntualmente presi ed usano ancora,se riesco a riprenderli per un attimo li fotografo e li posto...ma ci spero poco le due marpione hanno la coscenza sporca e lo sanno!!!!...

    RispondiElimina
  3. melusine: ho provato a fare il campione del birch quello tricotin ma non mi viene forse è colpa del caldo!!

    RispondiElimina
  4. Brunella: quando avevo una 10na d'anni ricordo che andavano tanto e mia nonna ne fece diversi, ma erano bianchi enormi con lunghe frange, e mi sembrava facessero tanto "nonna" ora invece mi piacciono da morire che sia l'eta??

    RispondiElimina
  5. Anch'io (finche' resisto) sono "contraria" al condizionatore. Certo dopo 6 ore in ufficio a 20 gradi e' dura pero' vedo ad esempio che le bambine sopportano molto meglio il caldo.
    E' questo condizionatore che me lo fa soffrire di piu'...
    Speriamo di andare presto al mare.
    ciao e scusa la "latitanza"

    RispondiElimina
  6. Susy!! siamo nella stessa barca!! condiizonatore in ufficio ma non a casa!! che dipserazione quando si rientra, ma sono d'accordo per i bimbi è meglio, ma lo sarebbe anche per noi quando esco dall'ufficio la prima ora non sento il caldo dal tanto che ho freddo in ufficio poi' pero' mi viene una botta di stanchezza appena mi sono riscaldata che sono vicina al collasso!
    coraggio buon mare!!!

    RispondiElimina

Grazie per passaggio ed il commento!!
ora mi trovate qui Http://Ameliabefana.wordpress.com